Open
Close

Bagni Vecchi

Sono arroccati sulle pendici del monte Reit, proprio là dove sgorgano le acque termali calde. Vi si respira aria di storia, le grotte secolari e sono un vero tuffo nel passato essendo utilizzate sin daltempo dei Romani. Il biglietto d’ingresso da diritto all’accesso a un percorso suddiviso in 6 settori con 36 diverse offerte termali per una completa remise en forme:

  • Grotta sudatoria di San Martino: la Grotta Sudatoria - una sauna umida naturale, esclusiva ed unica al mondo, un percorso disintossicante che si sviluppa lungo due gallerie che penetrano nella roccia per oltre 50 metri – è stata realizzata nel 1827. Sono presenti nella grotta tutti gli ambienti propri delle Terme Romane (Tepidarium, Calidarium, Laconicum, Frigidarium) ma il percorso viene tradizionalmente proposto come un viaggio dantesco nell'aldilà: dalle temperature ideali del Paradiso, al caldo del Purgatorio, alla calura dell'Inferno. Per adattare gradualmente il corpo alla temperatura (sino a 48°C) e all'umidità crescenti (sino al 95%) percorrere lentamente il cammino sino al Purgatorio.
  • Bagni Medioevali: un percorso benessere rigenerante per la cura del corpo, realizzato nella parte più antica della Fortezza medioevale: quattro proposte diverse, tra loro sinergiche, che esaltano le peculiarità delle acque termali (sali minerali e sulfobatteri).
  • Piscina all'aperto: un dolce bagno antistress, supportato da molteplici ugelli di ridotta intensità e da idromassaggi forzati, immersi piacevolmente, anche nelle giornate più fredde o sotto la neve, in acque calde a 38° - 40°C. Accanto alla chiesetta, un ampio Solarium. La vista spazia sulla Conca di Bormio e sulle montagne delle Dolomiti Retiche che la circondano
  • Bagni Romani: In una grotta già in uso in epoca pre-romana, là dove scaturisce una delle nove sorgenti d'acqua termale particolarmente ricca di sulfobatteri naturali (fanghi), vennero successivamente realizzate due ampie vasche contigue. nel solarium antistante le grotte dei Bagni Romani è stata riproposta una grande vasca in legno, completamente ristrutturata, che sino a fine ‘800 era la dotazione del Bagno dell'Arciduchessa, una costruzione posta nel prato sopra i Bagni Romani e ora distrutta.
  • Bagni Imperiali: Un percorso tonificante per recuperare benessere fisico rigenerando il corpo dallo stress del quotidiano in città o dopo l'attività sportiva. Le Terme dei Bagni Imperiali vennero realizzate nell'Ottocento e recuperate nel 1997.
  • Bagni dell'Arciduchessa: Percorso rigenerante per la pelle, lo spirito e la mente. Le pratiche di questo settore favoriscono la completa rigenerazione dell’epidermide lasciandola morbida e elastica, le saune e gli spazi relax garantiscono un completo rilassamento anche della mente. I Bagni dell’Arciduchessa sono stati realizzati all’indomani dell’apertura della Strada dello Stelvio (1825) per garantire adeguata privacy ai membri della Casa Regnante di Austria-Ungheria.
Sono stati ristrutturati e riaperti al pubblico nel dicembre 2005.
© Piz Umbrail Srl - Codice fiscale e partiva iva: 00614930147
REA: SO - 43368 - Capitale sociale: 90.000,00 I.V. - baitadeipini@registerpec.it
Ueppy: soluzioni per il web